Italian English French

Il nostro blog

La storia di Giovinazzo: borgo antico in provincia di Bari

Nel cuore del Mediterraneo, la Puglia è una regione ricca di storia, di arte e cultura: e proprio in provincia di Bari, a pochi chilometri dal capoluogo, sorge Giovinazzo, un piccolo borgo medievale, dove scorci e stradine tortuose si fondono al fascino della scogliera adriatica.

Conosciamo meglio la storia di questo centro costiero tutto da scoprire e ammirare.

Giovinazzo: dall’epoca romana al Medioevo

Le origini di Giovinazzo sono ancora oggi incerte e discusse: tuttavia, la leggenda narra che sia stato Perseo, figlio di Giove, a fondare “Jovis natio”.

Quello su cui invece tutti concordano è che la storia di questo bellissimo borgo può essere ricondotta a due grandi epoche, durante le quali modificò anche il suo nome: l’epoca romana, in cui era nota come Natiolum, e quella medievale, che vide sotto il nome di Juvenatium.

A seguito dello smembramento del vasto territorio di Canosa, un gruppo di famiglie, verso la fine della Repubblica Romana, si stabilì su una serra di scogli in riva al mare, dando vita a Natiolum.

Nel corso delle invasioni barbariche, forse per la sua posizione strategica, la piccola cittadina venne risparmiata dalle rovine e oggi giace seppellita sotto Jovenatium.

A dare prova della sua esistenza sono la Cripta della Cattedrale, il cimitero e le strutture murarie che reggono il Palazzo Ducale.

Il passaggio da Natiolum a Juvenatium, durato circa 10 secoli, non è privo di zone d’ombra: un susseguirsi di momenti di splendore e di miseria, dall’epopea normanna alla dura dominazione di Angioini, Aragonesi fino ad arrivare ai Borboni, che punirono Giovinazzo e tutta la Puglia con espropriazioni, analfabetismo e carceri.

Giovinazzo nell’epoca moderna

Se con l’arrivo del XVIII secolo la città era ridotta allo stremo, con appena 4.500 abitanti, sul finire del ‘700 accadde un episodio decisivo per il futuro di Giovinazzo.

Ferdinando IV e Maria Carolina, sovrani di Napoli, decisero di fa visita alla Cattedrale della città, di difficile accessibilità poiché situata sull’estremo limite dell’antico abitato, proprio di fronte al mare.

Tale circostanza rappresentò un evento importante: Giovinazzo raccolse 270 ducati, restrinse l’insenatura portuale riempendola di terriccio, ricavandone un vasto piazzale chiamato Borgo.

E dalla seconda metà dell’800 le famiglie private iniziarono a costruire palazzi, allineandoli attorno al Borgo: una nuova espansione cittadina era iniziata, inarrestabile.

Giovinazzo oggi: un borgo ricco di storia a pochi passi da Bari

Una cittadina che affaccia sull’Adriatico, Giovinazzo oggi è una meta che richiama moltissimi turisti sia d’estate che d’inverno, grazie al suo centro storico e il lungomare che affascinano e lasciano senza parole.

Tra i monumenti più importanti che non possono passare inosservati, ricordiamo:

  • La Chiesa di Santa Maria di Costantinopoli, costruita nel 1528 e ricca di quadri di grande valore;
  • La Chiesa di Santa Maria del Carmine;
  • L’Arco Traiano;
  • La Chiesa di San Giovanni battista, dov’è custodita la campana più antica della città;
  • La Cattedrale dedicata a Santa Maria Assunta.

Inoltre, da non perdere il celebre Palazzo Ducale, Palazzo Spinelli-Sagarriga, il Palazzo Framarino-Malatesta e Palazzo Gramegna, tutti risalenti all’epoca barocca.

E cosa può rendere tutto ancora più speciale e unico? La cucina locale, che esplode di sapori e di genuinità direttamente nel centro storico di Giovinazzo una città ricchissima di storia. Un consiglio per non sbagliare?

L’Osteria Scvnazz, a Via Fossato, 50/52, Giovinazzo (BA) ubicata all’interno del Palazzo storico Messere, è il luogo ideale per vivere le emozioni meravigliose che solo il buon cibo sa regalare!

Un menù ricco di proposte, che spaziano dal mare alla terra, e che cambiano a seconda della stagionalità dei prodotti e della disponibilità dei produttori locali: tutto, infatti, dagli ortaggi al pesce e dalla carne alla pasta, è a Km 0 e selezionato scrupolosamente!

Non solo cibo della tradizione, presso l’Osteria Scvnazz è possibile degustare vini d’eccellenza della meravigliosa Puglia, con una predilezione per i vini di cantine locali premiate.

Prenota il tuo tavolo o richiedi informazioni per trascorre momenti indimenticabili all’insegna della buona cucina e della simpatia del padrone di casa: l’Oste Ciccio!

Contattaci via email all’indirizzo osteria.scvnazz@gmail.com, chiamaci al numero fisso 080 4117926 oppure su whatsapp al numero 393 314734606, o richiedi informazioni compilando il modulo che trovi online.

leggi anche...

Articoli recenti